Industria4.0News

Come potrebbe funzionare l’iperammortamento per il 2019/2020

L’Iper ammortamento, è una misura fiscale che consente alle imprese di beneficiare di un ammortamento maggiorato al 250%, o con altre due aliquote a seconda dell’ammontare dell’investimento, del costo di acquisto di nuovi beni strumentali che rientrano nell’elenco dei beni agevolabili dal piano Industria 4.0.

I beni ammessi all’agevolazione sono contenuti negli Allegati A e B, che presentano la lista di tutti i beni strumentali ed immateriali ammessi alla misura riconfermata con la Legge di Bilancio 2018 chiamata iper ammortamento legato agli acquisti di beni agevolabili nel piano Industria 4.0.

Qui potete trovare un approfondimento in merito: Informazioni su I4.0

L’iper ammortamento è stato “creato” nel 2017 insieme al super ammortamento ma, secondo le novità introdotte dalla legge di bilancio 2019 (e ancora non approvata ufficialmente), si prevede la proroga per il 2019/2020 solo di una di queste due misure, quella dell’iperammortamento ammettendo quindi l’agevolazione fino al 30 giugno 2020 dei beni compresi nell’Allegato A ed Allegato B.

Con le novità introdotte dalla nuova Legge di Bilancio 2019 (ribadiamo, ancora da approvare ufficialmente!):

  • l’iper ammortamento è stato riconfermato fino al 31 dicembre 2019 con elenco beni ammessi all’agevolazione fino al 30 giugno 2020;
  • il superammortamento invece non sarà prorogato.
  • L’iperammortamento verrà suddiviso per scaglioni di investimento:
    • Iperammortamento 150%: se la misura degli investimenti è fino a 2,5 milioni di euro;
    • Iper ammortamento 100% per gli investimenti compresi tra 2,5 e 10 milioni;
    • Iperammortamento 50% per gli investimenti compresi tra 10 e 20 milioni;
    • Iper ammortamento 0% investimenti eccedenti il limite di 20 milioni;
    • Iperammortamento 40% del costo di acquisizione dei beni immateriali (software) e sistemi di gestione per l’e-commerce e servizi digitali. elencati nell’Allegato B della Legge di bilancio 2017.

Dal 1° gennaio 2019 il super ammortamento non è più fruibile.

L’Iper ammortamento, è una agevolazione che spetta sugli investimenti in nuovi beni strumentali acquistati o presi in leasing all’interno del piano Industria 4.0 e che spetta a tutti i soggetti titolari d’impresa, ivi comprese le imprese individuali assoggettate alla IRI, aventi sede in Italia o con stabile organizzazione nel nostro Paese, a prescindere dalla forma giuridica, settore o dimensioni.

Come si accede all’Iperammortamento?

  • L’accesso all’iper ammortamento avviene in maniera automatica in sede di compilazione del bilancio e autocertificazione;
  • Il diritto a fruire dell’iper ammortamento, c’è solo se l’impresa rispetta due condizioni fondamentali:
    • La prima è che entro il 31 dicembre 2019 il relativo ordine risulti accettato dal venditore.
    • La seconda è che, sempre entro il 31 dicembre 2019, sia avvenuto il pagamento di acconti in misura pari ad almeno il 20% del costo di acquisizione. Indicazioni operative sono state fornite dall’Agenzia delle Entrate nella circolare 4/E/2017.
  • Per gli investimenti in iper ammortamento superiori a 500.000 euro, è necessaria una perizia tecnica giurata da parte di un perito o ingegnere che certifichi che il bene possiede caratteristiche tecniche tali da includerlo negli elenchi di cui all’allegato A o all’allegato B della legge di Bilancio 2017.
  • Per gli investimenti inferiori ai 500.000 euro, la perizia tecnica giurata può essere sostituita da una “autocertificazione” del legale rappresentante dell’azienda

Per scaricare la lista dei beni agevolabili:


Siete interessati ad una consulenza su Industria/Impresa 4.0?

Contattateci per approfondimenti

oppure compilate il modulo di contatto qui di seguito:

Nome & Cognome:

Azienda:

Indirizzo Email:

Numero di telefono: (opzionale)

Argomento di interesse:

Messaggio:

Ai sensi dell'articolo 23 del Codice privacy (D.Lgs 196/03), dichiaro di aver preso visione e di accettare l'Informativa sulla Privacy

Utilizzando questo modulo si consente la raccolta e la gestione dei propri dati da parte di questo sito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *