Agricoltura di precisione/Agricoltura 4.0

Novità di legge per l’Agricoltura di precisione

La legge di bilancio n. 160/2019 ha cambiato la natura della fruizione delle agevolazioni relative ad investimenti in beni strumentali legati ad Industria 4.0.

Si è passati dal superammortamento e dall’iperammortamento (deduzione per via extra-contabile di un maggior costo di acquisto dei beni, pari ad una quota di “maggior risparmio” usualmente de 40,8% del costo dei beni) al credito di imposta (generazione di un credito utilizzabile tramite F24 pari ad una quota usualmente del 40% del costo dei beni).

Questa novità ha destato grande interesse nel settore agricolo poiché permette a tutte le imprese, anche a quelle rientranti nella determinazione catastale del reddito o con redditi determinati forfettariamente, di fruire della possibilità di utilizzare in compensazione il credito d’imposta generato dall’acquisto di beni strumentali ad alta tecnologia.

Infatti mentre i terzisti agricoli potevano già fruire dell’iperammortamento previsto dalle passate leggi di bilancio (Industria 4.0, Impresa 4.0), le aziende che si basano su reddito agrario e reddito domenicale erano precedentemente escluse dai benefici fiscali previsti da Industria/Impresa 4.0.

Requisiti tecnici per le agevolazioni

L’apertura prevista dalla Legge 160/2019 ha pertanto sollecitato diversi potenziali acquirenti ad interrogare i propri fornitori, distributori e rivenditori di macchinari per l’agricoltura riguardo alla presenza dei requisiti tecnici necessari per godere delle agevolazioni di legge.

Ciò ha creato una certa sollecitazione anche nei confronti dei produttori di questi macchinari.

Si avvertiva quindi anche la necessità di un approfondimento e di alcune indicazioni maggiormente indirizzate al settore relativamente all’interpretazione dei requisiti di legge (nati basandosi sul settore industriale metalmeccanico) in ambito agricolo.

Su iniziativa del Polo Tecnologico di Pordenone, con cui diversi dei nostri professionisti collaborano, è stato dato avvio ad un Tavolo di lavoro per definire i requisiti di Agricoltura 4.0, ossia ad una prassi rivolta a dare indicazioni in tal senso a produttori, periti e operatori del settore.
Questa andrà a completare e complementare la prossima Circolare MISE per Agricoltura 4.0 prevista entro l’autunno del 2020.

Competenze che possiamo fornirvi

Alcuni dei nostri professionisti hanno partecipato al tavolo di lavoro per Agricoltura 4.0, apportando esperienza e competenza, insieme ad altri professionisti di altre zone d’Italia e a portatori di interesse appartenenti alle categorie di settore.

Siamo pertanto competenti per assistere la Vostra Azienda per approfondimenti, consulenze, attestazioni e perizie nell’ambito di Agricoltura 4.0.

oppure compilate ed inviate il modulo qui in calce:

Nome & Cognome:

Azienda:

Indirizzo Email:

Numero di telefono: (opzionale)

Argomento di interesse:

Messaggio:

Ai sensi dell'articolo 23 del Codice privacy (D.Lgs 196/03), dichiaro di aver preso visione e di accettare l'Informativa sulla Privacy

Utilizzando questo modulo si consente la raccolta e la gestione dei propri dati da parte di questo sito.

Risorse per investimenti

Supportiamo l’Azienda nel reperimento di risorse economico-finanziarie per i propri investimenti in innovazione e/o per migliorare la propria competitività aziendale.

Grazie alla collaborazione con istituti di credito ed aziende specializzate nel settore possiamo aiutare la Vostra azienda ad ottenere linee di credito finalizzate a supportare investimenti dall’orizzonte temporale medio e lungo, ideali per esempio per l’acquisto di beni strumentali o per il ripristino della liquidità.

Finanziamenti

A Breve Termine e a Medio-Lungo Termine, pensati sia per affrontare le necessità di liquidità che possono insorgere nell’attività ordinaria, sia per gestire la fase di sviluppo dell’azienda, le acquisizioni immobiliari e l’acquisto di macchinari e altri beni strumentali.

Factoring

Una soluzione per trasformare le proprie fatture in liquidità subito disponibile per l’azienda, tramite un contratto con il quale l’impresa cede a una società specializzata i propri crediti esistenti o futuri, ossia quello che viene anche definito “Anticipo fatture”.

Leasing

Rappresenta la possibilità per l’azienda di acquisire di macchinari, attrezzature ed immobili strumentali alla propria attività fruendo di un ammortamento più rapido rispetto all’acquisto e della deducibilità dei canoni, con un ulteriore vantaggio fiscale.

Gestione liquidità

Individuiamo le possibili aree critiche dell’azienda con l’obiettivo di mettere in sicurezza e ottimizzare l’assetto finanziario, fiscale e strategico per armonizzare lo sviluppo aziendale e la sua innovazione tecnologia, organizzativa e di mercato.

Contattaci per approfondimenti o compila ed invia il modulo qui di seguito:

Nome & Cognome:

Azienda:

Indirizzo Email:

Numero di telefono: (opzionale)

Argomento di interesse:

Messaggio:

Ai sensi dell'articolo 23 del Codice privacy (D.Lgs 196/03), dichiaro di aver preso visione e di accettare l'Informativa sulla Privacy

Utilizzando questo modulo si consente la raccolta e la gestione dei propri dati da parte di questo sito.

Smart Working & Sicurezza dei dati

Uno degli effetti del covid-19 stato quello di aver dato notevole risalto alle modalità di lavoro attuabili al di fuori del perimetro aziendale “tradizionale”.

Parole come smart working, remote working, telelavoro, lavoro agile, sono tra le più utilizzate del momento e questo rappresenta sicuramente un fenomeno evolutivo che entrerà a far parte di un ampliato concetto di lavoro.

Su questo tema l’attenzione maggiore viene posta sulle tecnologie e gli strumenti di lavoro, sicuramente fondamentali e importanti per una corretta configurazione e attuazione.

Quanta attenzione viene posta sulla corretta analisi dei processi organizzativi e comportamentali?

La sicurezza delle informazioni aziendali e personali, all’interno di un contesto distribuito, è di vitale importanza per la continuità del business delle Organizzazioni. Senza considerare che il “fattore umano” rappresenta l’elemento da gestire con maggiore attenzione per la riuscita di una efficace strategia di lavoro.

Il servizio che proponiamo

Possiamo supportarvi con competenza nell’analisi e valutazione delle modalità di attuazione delle logiche di smart working, affiancandovi nell’implementazione di processi organizzativi e attuativi sicuri e formando le persone rispetto alle modalità più consapevoli per continuare a svolgere il proprio lavoro.

Le attività che proponiamo sono:

  • Valutazione dello scenario attuale.
  • Analisi dei rischi e dei punti di maggior criticità.
  • Definizione policy aziendale sullo smart working.
  • Strutturazione piano operativo di implementazione.
  • Formazione del personale.

CONTRIBUTO FVG

Se siete un’azienda del Friuli-Venezia Giulia fino a 49 dipendenti con un fatturato massimo di 10 Milioni di euro, potete coprire interamente i costi del servizio attraverso uno specifico contributo a fondo perduto:

  • Le domande vanno presentate dal 21 maggio fino al 19 giugno.
  • ll progetto deve concludersi entro il 30 settembre 2020.
  • Anticipo del 95% del contributo e recupero 100% dell’investimento.

La dotazione finanziaria dedicata dalla Regione FVG è pari a  2,4 Milioni di euro.

 

Azioni finanziate dal contributo

  • A1 – Attivita preliminari all’adozione del Piano straordinario di smart working
  • A2 – Attivita di formazione rivolta al personale interessato dal Piano straordinario di smart working
  • B – acquisto di “strumenti tecnologici” funzionali a attuazione del piano di smart working

Link al bando regionale

Contatti

 Contattateci per approfondimenti
Iscrizione alla Newsletter I4.0 per ricevere gli aggiornamenti su Industria 4.0